Come organizzare la giornata in casa con un bambino autistico

Questa situazione non ce l’aspettavamo proprio, sembrava una cosa che potesse capitare solo nei film apocalittici che si guardano in TV. Ed invece eccoci qua, rinchiusi in casa e con la vita stravolta anche nelle abitudini più banali. Niente scuola (per noi già da 3 settimane), niente sport, niente amici, niente passeggiate. Il lavoro sì, quello non ce l’hanno tolto e lo prendiamo come una dolce pausa dalla segregazione casalinga. Ma il nocciolo della questione è: come organizzare la giornata in casa con un bambino autistico.

In questo periodo il problema principale per le famiglie come noi è senz’altro passare da una routine ben strutturata a giornate fin troppo libere che possono creare non pochi comportamenti problema. Come fare a gestire l’isolamento in casa con un bambino autistico? Per noi certamente ricreando la sicurezza che dà una routine, anche se non è sempre facile e soprattutto ogni famiglia e ogni bambino ha esigenze diverse. Di seguito i nostri consigli, o meglio come abbiamo fatto noi a non impazzire (finora).

 

Premessa: abitiamo in un paesino di provincia in un appartamento con il giardino, il che rende tutto molto più facile e ne siamo consapevoli.

 

Come organizzare una routine quando si è chiusi in casa

I primi tempi l’abbiamo presa alla leggera e senza organizzare troppo le giornate, anche perché sia Andrea che io stiamo continuando a lavorare, quindi gli spostamenti erano casa – nonni – passeggiata. Con l’aggravarsi della situazione e la quarantena obbligata ci siamo visti costretti ad organizzare meglio i tempi e pensare di creare una routine che desse sicurezza ai bambini e una certa tranquillità anche a noi.

Prima di decidere come organizzare la giornata in casa con un bambino autistico ho pensato a come ci eravamo mossi nei giorni precedenti, quali giornate erano andate bene e in quali eravamo quasi impazziti. Fatta questa analisi non è stato troppo difficile buttare giù uno schema organizzativo che andasse bene per tutti, che fosse semplice e facilmente modificabile.

Una volta individuate 5 categorie (compiti, giochi, film, lavoretti e giardino) ho fatto una griglia su un cartellone: giorni della settimana in orizzontale e in verticale 5 spazi. Poi ho preso dei post-it di colori diversi, uno per categoria, e li ho posizionati sulla griglia. Ci sono alcuni punti fissi ovvero i compiti di mattina e il film la sera, per quanto riguarda le altre attività devo dire che le ho messe alternate in ordine casuale in modo da creare sì una routine, ma senza dare rigidità alle giornate.

come organizzare la giornata in casa con un bambino autistico

Come utilizzare al meglio il tempo stando a casa tutto il giorno

Oltre al calendario per le routine giornaliere abbiamo deciso di impiegare il lungo tempo che siamo costretti a passare in casa insegnando a Marco e Alessio dei semplici compiti che d’ora in poi saranno affidati a loro. Non si tratta di stirare o preparare la cena (per ora), ma semplici cose che sono già in grado di fare e che abbiamo semplicemente messo nero su bianco. Per esempio: rifarsi il letto, passare l’aspirapolvere, apparecchiare e sparecchiare, pulire la polvere, riordinare e occuparsi del cibo del gatto. Cerchiamo di responsabilizzarli un po’ e questo è un ottimo momento per farlo dato che viviamo le giornate con assoluta calma.

 

Informazione importante: se volete uscire con i vostri figli autistici per una camminata (sappiamo quanto ci possa salvare la vita) fatelo in tranquillità, con l’autocertificazione e portate con voi una copia del verbale 104.

 

E voi come gestite le giornate con i vostri bambini? Avete creato una nuova routine? Scrivetemelo nei commenti.

Informazioni su unafamigliablu

Donna, moglie e mamma piena di (non sempre) brillanti idee che propongo con entusiasmo a tutta la famiglia. Testarda, caparbia e inguaribile ottimista, credo davvero che ci sia sempre un lato positivo in tutto quello che ci succede e cerco sempre di trasformare le difficoltà in opportunità di crescita.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *