Innsbruck con i bambini ai mercatini di Natale

Si , lo so che dal titolo sembra strano per due che non amano i mercatini. Eppure quest’anno siamo andati ad Innsbruck con i bambini ai mercatini di Natale. O meglio, abbiamo fatto una bella rimpatriata con gli amici dell’ università e siamo andati a trovare una coppia che vive ad Innsbruck da qualche anno.
Tutto è nato al matrimonio a cui abbiamo partecipato quest’estate, e l’idea è venuta, manco a dirlo, dopo un paio d’ore di open bar! Nel giro di qualche giorno era praticamente tutto organizzato, delle macchine da guerra.
Per chi non lo sapesse Innsbruck si trova in Austria, ed è la capitale del Tirolo. È una cittadina fantastica, vivibile e ci è subito piaciuta, tanto da volerci ritornare con calma, magari non durante i mercatini.
Siete pronti per il racconto del nostro super weekend in comitiva ad Innsbruck? Eccovi accontentati!

>> leggi anche Eventi di Natale in FVG e Alberi di Natale ad Andreis

Dove dormire ad Innsbruck

Eravamo tantissimi, più di 20 tra adulti e bambini, ed era impossibile sperare di trovare un alloggio tutti insieme. A questo hanno pensato i nostri amici Elena ed Hans che appunto vivono ad Innsbruck. Ci hanno sistemato in appartamenti di loro fiducia nella frazione di Rum, collegata al centro con l’autobus o facilmente raggiungibile in 5 minuti di macchina. Ci sono molti parcheggi, multipiano compresi, per cui non è difficile trovarne uno, anche nei giorni di maggior afflusso turistico.
Solo una raccomandazione: non fate come noi, rimbambiti, che abbiamo parcheggiato in un posto dove non era consentito farlo e ci siamo trovati le ganasce! Niente paura, 21 € e passa la paura. Quindi mi raccomando: solo negli stalli blu! A poco importava al poliziotto che non si vedeva per terra a causa della neve, c’era il cartello (per noi incomprensibile). Amen, noi avevamo torto e lui ragione.

Vista dall’appartamento

I mercatini di Natale di Innsbruck

Per una non amante dei mercatini di Natale devo dire che ne sono rimasta affascinata. In Austria credo che siano praticamente imbattibili, l’atmosfera che si respira è davvero magica.
Ad Innsbruck ci sono diversi mercatini di Natale dislocati per la città.
C’è quello del Tettuccio d’oro, in centro, tra la strada delle fiabe (chiamata così perché si possono trovare cantastorie e grandi statue raffiguranti i personaggi delle favole più conosciute) e il grande albero decorato. In questo mercatino il giorno che siamo partiti ci siamo mangiati un delizioso hot dog ed io ho preso un pensierino per una mia amica. Non c’è che l’imbarazzo della scelta, e alla fine le ho preso una decorazione a forma di stella con all’interno spezie ed arancia essiccata che emanava un profumo delizioso.
Un altro mercatino è quello di Marktplatz, dove troneggia lo splendido albero Swarovski illuminato con led che cambiano colore, uno spettacolo!
In questo mercatino troverete anche attrazioni per i bambini, come il teatro dei burattini, oppure lo zoo delle carezze, dove potrete fare un mini giro su di un pony. Proprio sotto l’albero poi c’è una giostra dei cavalli, e mentre i bambini facevano qualche giro noi ci siamo gustati una buona tazza di gluhwein, ovvero vin brulè, per scaldare un po’ gli animi. Lo sapete che quando vi danno la tazza pagate una cauzione? Se poi volete tenerla come ricordo(come abbiamo fatto noi) almeno sarete a posto con la coscienza!
Altri mercatini poi li potete trovare lungo il fiume Inn oppure in quota, prendendo la funicolare.

La funicolare di Innsbruck, per sciare in città

Noi non ci siamo andati per sciare, ma per giocare un po’ con la neve, dato che nei due giorni che siamo stati lì ne è venuta giù parecchia. Il biglietto costa 9 € ad adulto e 4.50 € per i bambini dai 6 anni.
In pochi minuti la funicolare Nordkette vi porterà abbastanza in alto da poter godere di una vista spettacolare sulla città.
Il trenino fa una fermata intermedia all’ Alpen Zoo dove si possono vedere gli animali della fauna locale come lupi, cerbiatti, orsi e persino renne. Noi non ci siamo andati ed abbiamo proseguito la nostra corsa.
Una volta arrivati a destinazione abbiamo fatto un sacco di foto con la città innevata davvero suggestive, mentre i bimbi giocavano a prendere tutti a pallate di neve!
Ci siamo informati per prendere la cabinovia e salire a 2300 metri, ma il costo era davvero troppo alto per una toccata e fuga, sui 25 € a testa.

Dove mangiare a Innsbruck

Ovviamente in periodo di mercatini di Natale una tappa mangereccia alle bancarelle è d’obbligo. Noi ci siamo limitati ad un hot dog ed uno zucchero filato davvero enorme!
Per quanto riguarda i locali invece ci siamo trovati molto bene allo Stiftskeller che si trova in centro. I suoi interni sono favolosi, soprattutto il grande salone che si trova al primo piano. Fatevi un giro, merita davvero.
Il locale è immenso ed in origine è stato un convento per 12 nobili dame voluto dall’imperatrice Maria Teresa dopo la morte del marito. Le ragazze dovevano vestire a lutto e commemorare ogni giorno la memoria dell’imperatore passato a miglior vita. Nel 1930 dopo una ristrutturazione venne aperto lo Stiftskeller come lo conosciamo adesso. Per spere tutto su questo locale visitate il loro sito cliccando qui.
Abbiamo mangiato specialità tirolesi, c’è un menù bimbi e la birra è l’Augustiner bavarese… devo aggiungere altro?
Un altro ristorante in cui abbiamo mangiato si trova vicino la stazione della funicolare e si tratta del Lowenhaus-Wirtshaus am Inn, un altro ristorante tipico (vedi il loro sito qui). Per quello che abbiamo mangiato noi, vi sconsiglio solo i canederli, asciuttini.
Infine vorrei segnarvi il Cafè Sacher, un sogno per me che l’ho ammirato da fuori. Con i due Attila non mi sono nemmeno sognata di andarci! Se invece voi riuscite ad entrare mi fate sapere com’è?

Che dire, la rimpatriata con gli amici dell’università è andata alla grande, ed Innsbruck con i bambini ai mercatini di Natale è stata un’ottima scelta. È stato bello ritrovarsi dopo tanti anni, decisamente cresciuti ma con lo stesso spirito e la voglia di stare insieme.
Di Innsbruck portiamo a casa il bel ricordo di una città vivibile ed estremamente curata, e la voglia di tornarci al di fuori del periodo natalizio per goderci appieno la città.

Mercatino in centro

Informazioni su unafamigliablu

Donna, moglie e mamma piena di (non sempre) brillanti idee che propongo con entusiasmo a tutta la famiglia. Testarda, caparbia e inguaribile ottimista, credo davvero che ci sia sempre un lato positivo in tutto quello che ci succede e cerco sempre di trasformare le difficoltà in opportunità di crescita.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Katia / Il Miraggio Blog di Viaggi e Arte

    Ai mercatini di Natale di Innsbruck ci sono stata lo scorso anno ma c’era la neve come hai trovato tu! E su questo ti dò ragione: i mercatini di Austria oltre a quelli del nord Europa, hanno un’altra atmosfera … migliore e più caratteristica dei nostri in Italia.
    Inoltre sono distribuiti per tutta la città e non concentrati in un solo luogo! Che meraviglia ?

  2. Cara Barbara!
    Che bello!complimenti per il tuo reportage dettagliato del nostro splendido weekend cidiessino a Innsbruck! Ora ho capito cos’è la famiglia blu!
    Proprio da vera giornalista!
    Grazie! A presto e baci a tutta la famiglia blu!
    Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *