Non è mai semplice chiudere dei capitoli importanti

La scorsa settimana è stata dura dal punto di vista emotivo. Abbiamo dovuto chiudere dei capitoli importanti nella nostra vita, mettendo dei punti. E andando a capo.

È finita l’esperienza del centro estivo per Marco e abbiamo dovuto salutare Samantha, l’educatrice che è stata con lui durante tutta la scuola dell’infanzia. Marco ancora non lo sa che a settembre non ci sarà (al 99%), io sì e nonostante la dignità mantenuta ho pianto lacrime amare nel dover lasciare una persona che stimo tanto e che ha dato tanto a Marco, con amore. Anche se non c’ero lo so, perché lui mi parlava di lei col sorriso e lo riserva per poche persone.

È finito anche il nido di Alessio, un nido che è stato come una famiglia, dove ogni giorno lasciavamo ad occhi chiusi il nostro tesoro prezioso, certi che si sarebbero presi cura di lui. Ed anche un po’ di noi. Quando siamo arrivati infatti avevamo appena attraversato una tempesta e traballavamo tutti, proprio come Alessio che muoveva i primi passi. Non mi sono mai sentita giudicata ma compresa, nonostante il mio caratteraccio, i miei umori traballanti e le 1000 insicurezze. Ho capito molto di me, nonostante al nido ci andasse il mio bambino più piccolo!

Abbiamo anche dovuto salutare la terapista di Marco, che l’ha seguito negli ultimi 6 mesi e che ha fatto un lavoro favoloso con lui, facendoci vedere di cosa fosse realmente capace e dandoci una visione obiettiva delle sue capacità che a volte a noi sfugge.

Ora davanti a noi abbiamo un grande punto di domanda, si ricomincia ancora una volta tutto d’accapo. Una nuova scuola per Marco ed anche per Alessio, nuovi amici e impegni diversi.

Il bagaglio emotivo che ci stiamo portando sulle spalle è abbastanza ingombrante ma ha reso questo 2017 molto importante fin qui. Siamo tutto questo anche grazie alle persone che ci sono accanto e che ci danno fiducia e la forza per continuare sulla nostra strada a volte impervia.

Adesso vogliamo solo goderci un mese di tranquillità e ritmi lenti per ricaricare le pile ormai esauste in vista delle nostre prossime sfide, cercando sempre di guardare quel bicchiere mezzo pieno!

Informazioni su unafamigliablu

Donna, moglie e mamma piena di (non sempre) brillanti idee che propongo con entusiasmo a tutta la famiglia. Testarda, caparbia e inguaribile ottimista, credo davvero che ci sia sempre un lato positivo in tutto quello che ci succede e cerco sempre di trasformare le difficoltà in opportunità di crescita.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *