Val Pusteria con bambini, una vacanza indimenticabile!

Secondo me la Val Pusteria con bambini è una vacanza da provare almeno una volta nella vita! Per noi, amanti del mare, è stata una bella scoperta e a riguardare le foto ci è venuta una gran voglia di tornarci. Ma mi è venuto anche in mente che non è stato tutto proprio rose e fiori: in quei 4 giorni Marco ha dato il meglio di sé, cominciando a farci capire che qualcosa non andava… aveva appena 2 anni, e un paio di mesi dopo sarebbe iniziato il nostro calvario. Ma parliamo di vacanze con bambini, che è il motivo per cui mi state leggendo!

Abbiamo alloggiato all’ Hotel Schmalzhof che si trova a Rasun di Anterselva. È in una posizione strategica, defilato dalla via principale ma comodissimo per raggiungere tutte le migliori destinazioni dei paraggi. Dei nostri cari amici (e la loro famiglia) ci vanno da anni, e soggiornandovi abbiamo capito il perché: bel hotel, cibo delizioso e i proprietari sono davvero gentilissimi e disponibili. Come trattamento avevamo scelto la mezza pensione, scelta azzeccatissima perché lo chef era formidabile!

Cosa fare in Val Pusteria con bambini

Ci sono davvero un sacco di cose da fare, è una vacanza dove è impossibile annoiarsi. Marco era ancora piccolino perciò abbiamo escluso le escursioni troppo impegnative e le camminate; è sempre stato un gran pigrone, per cui dovevamo spostarci per forza col passeggino.

Ecco qua un elenco di cosa abbiamo fatto durante la nostra vacanza.

Passeggiate

Abbiamo fatto una bellissima passeggiata nei dintorni dell’ albergo: prati di un verde che non trovi dalle nostre parti, boschi in cui arrampicarsi sugli alberi, mucche da guardare… insomma, una vera goduria per i bambini! E per noi adulti, oltre a quello che ho appena elencato, la meraviglia delle case di montagna, curate come gioielli, tutte da ammirare!

Plan de Corones

Per salire sul Plan de Corones (ne parlo qui) abbiamo preso la cabinovia e a Marco è piaciuto tantissimo (per info e prezzi clicca qui)! Una volta arrivati in vetta abbiamo giocato un po’ sullo scivolo, corso nei prati ed ammirato il meraviglioso panorama. Poi siamo andati a pranzo al rifugio e lì ho mangiato dei favolosi canederli….. ecco, il viaggio vale la pena anche solo per quel pranzo!

Dopo pranzo siamo stati un po’ nel parco giochi del rifugio ed ammirato la meravigliosa e altissima altalena che ti fa volteggiare nel vuoto… avete presente quella della sigla di Heidi? Ecco, uguale! Andrea mi rinfaccia ancora che non l’ho lasciato andare, dovremo tornare per forza per fargliela provare!

Lago di Braies

Favoloso, una meraviglia per gli occhi! E’ di un colore indescrivibile, incastonato tra le montagne… Marco ha voluto a tutti i costi immergere i piedini, io speravo che non si lanciasse in acqua perché la temperatura era davvero proibitiva! Abbiamo fatto una passeggiata sul lungolago in mezzo al bosco: passeggino bandito assolutamente! O il bambino cammina o è meglio procurarsi un marsupio (ergonomico naturalmente!). Dopo la fatica ci siamo riposati un po’ al bar dell’albergo bevendo qualcosa ed ammirando il paesaggio; nonostante la gente si stava benone!

Ciclabile San Candido – Lienz

Ebbene sì signori! Ho pedalato. Per 44 chilometri. Ho le foto che lo dimostrano. E se ce l’ho fatta io credetemi che ce la possono fare tutti! E’ una ciclabile facile, per lo più sul piano o in discesa, che passa attraverso i boschi e per la fabbrica della Loacker, che ha vanificato il dispendio di energie della pedalata! Vabbè, ma vuoi mettere che goduria?! Il ritorno l’abbiamo fatto in treno e per Marco è stata la prima volta!

Vuoi saperne di più? Leggi qui!

Brunico

Un giorno dal tempo più che incerto abbiamo deciso di fare un giro a Brunico. Tutti avevano avuto la nostra stessa idea, infatti nelle vie del centro sembrava di essere in viale Ceccarini a Riccione in agosto! Abbiamo fatto un giro per il centro e poi siamo saliti al castello per goderci la vista della cittadina dall’alto, molto carino!

Che dire, la vacanza in Val Pusteria con bambini ti resta nel cuore… guardando le foto per scegliere quali pubblicare ci è venuta un po’ di nostalgia, sarebbe bello tornare ma mi sa che quest’anno purtroppo non ce la faremo.

Consigli autism friendly

Che dire, la montagna per noi ha significato libertà. Non sapevamo ancora dell’autismo di Marco, ma col senno di poi tanti suoi comportamenti problema si sono manifestati proprio qui dato che avevamo stravolto completamente le sue routine. Tutto sommato comunque non è andata malissimo dato che non ci siamo lasciati abbattere ed abbiamo continuato a viaggiare!

 

L’articolo sarebbe stato troppo lungo se mi fossi dilungata sui particolari, quindi ho deciso di fare qui un quadro generale di cosa abbiamo fatto e nei prossimi giorni vi parlerò più nel dettaglio della salita al Plan de Corones e della ciclabile San Candido-Lienz, quindi continuate a seguirci per saperne di più sulla nostra meravigliosa vacanza in Val Pusteria!

 

Informazioni su unafamigliablu

Donna, moglie e mamma piena di (non sempre) brillanti idee che propongo con entusiasmo a tutta la famiglia. Testarda, caparbia e inguaribile ottimista, credo davvero che ci sia sempre un lato positivo in tutto quello che ci succede e cerco sempre di trasformare le difficoltà in opportunità di crescita.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 commenti

  1. Pingback:Plan de Corones con i bambini, che divertimento! - Una famiglia blu

  2. Pingback:Ciclabile San Candido Lienz, una pedalata per tutti! - Una famiglia blu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *